SCIENZE BIOMEDICHE TRASLAZIONALI

Ex BIOLOGIA E APPLICAZIONI BIOMEDICHE

FISIOLOGIA DEI SISTEMI

Docenti: 
Crediti: 
9
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
FISIOLOGIA (BIO/09)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Anno di corso: 
1
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Durante il corso verranno presentati i principi organizzativi generali dell’organismo umano focalizzandosi sui meccanismi fisiologici alla base della funzionalità cellulare, dei tessuti eccitabili e dei diversi organi e apparati del corpo umano. Lo studio dei vari argomenti verrà costantemente approfondito al fine di fornire conoscenze avanzate sufficienti alla comprensione delle cause e dei meccanismi dei processi patologici a livello cellulare, tissutale e dell’intero organismo.

Prerequisiti

Per la comprensione dei contenuti del Corso sono richieste adeguate conoscenze di Fisiologia Generale, Istologia e Anatomia Umana.

Contenuti dell'insegnamento

1) Introduzione alla fisiologia.
2) Sistema cardiovascolare:
- Il cuore: attività elettrica del cuore; il cuore come pompa; regolazione dell’attività cardiaca.
- Il circolo: flusso sanguigno; controllo della pressione arteriosa; regolazione della funzione cardiovascolare; sistema linfatico.
- Esempi di tecniche di valutazione dell’efficienza funzionale cardiaca dall’organo alla singola cellula.
3) Il sangue (cenni).
4) Meccanica respiratoria e scambio e trasporto dei gas.
5) Le funzioni renali.
6) La funzione digestiva.

Programma esteso

1) INTRODUZIONE ALLA FISIOLOGIA:
- Definizione di Fisiologia; i sistemi del corpo umano; il concetto di omeostasi; sistemi di controllo ed omeostasi.

2) SISTEMA CARDIOVASCOLARE:
- CARATTERISTICHE GENERALI.
- RICHIAMI: il potenziale di membrana; equazione di Nernst; Equazione di Goldman-Hodgkin-Katz.
- IL CUORE - ATTIVITA' ELETTRICA: il potenziale d’azione cardiaco (la risposta rapida e la risposta lenta); refrattarietà; conduzione nelle fibre
cardiache; conduzione elettrica nel cuore; la legge della “dominanza del ritmo più frequente”; elettrocardiogramma; aritmie (cenni).
- IL CUORE COME POMPA: cellule muscolari cardiache; teoria di scorrimento dei filamenti; ciclo di
contrazione; accoppiamento eccito-
contrazione; il ciclo cardiaco; grafico pressione-volume; diagramma di Wiggers.
- REGOLAZIONE DELL'ATTIVITA' CARDIACA: definizione di gittata sistolica e
cardiaca; meccanismi di regolazione dell’attività cardiaca (regolazione estrinseca ed intrinseca).
- IL CIRCOLO - flusso sanguigno e controllo della pressione arteriosa:
Pressione, volume, flusso e resistenza; fisica dei liquidi in movimento; modello funzionale del sistema cardiovascolare; vasi
sanguigni (vasi di elasticità, di resistenza e di capacità); pressione arteriosa; fattori che determinano la pressione sistemica arteriosa; regolazione arteriolare del flusso sanguigno distrettuale (controllo locale, nervoso ed ormonale);
distribuzione del sangue ai tessuti.
- REGOLAZIONE della FUNZIONE CARDIOVASCOLARE: controllo a breve termine e controllo a lungo termine.
- I CAPILLARI: organizzazione della rete capillare, pressione, velocità di flusso e scambi.
- SISTEMA LINFATICO: caratteri generali, funzioni, linfa.
- ESEMPI di TECNICHE di VALUTAZIONE
dell’efficienza funzionale cardiaca
dall’organo alla singola cellula.

3) IL SANGUE:
- Plasma ed elementi corpuscolati del sangue.
- Produzione degli elementi corpuscolati del sangue.
- Globuli rossi.
- Piastrine.
- Emostasi e coagulazione.

4) MECCANICA RESPIRATORIA e SCAMBIO e
TRASPORTO dei GAS:
- Sistema respiratorio: funzioni e richiami anatomici.
- Circolazione polmonare; edema
polmonare.
- Leggi dei gas.
- Ventilazione: volumi e capacità polmonari; meccanica respiratoria;
pressioni polmonari; surfactante; flusso aereo e resistenze
respiratorie.
- Scambio e trasporto dei gas: scambio dei gas nei polmoni e nei
tessuti; trasporto dei gas nel sangue.
- Regolazione della ventilazione.

5) LE FUNZIONI RENALI:
Funzioni dei reni; anatomia dell'apparato urinario; visione d'insieme della funzione renale; filtrazione; riassorbimento; secrezione; escrezione; minzione; omeostasi idro-elettrolitica; bilancio idrico;bilancio del sodio e volume del LEC; bilancio del potassio;ruolo delle risposte comportamentali nel bilancio idro-elettrolitico; controllo integrato del volume e dell'osmolarità; equilibrio acido-base.

6) LA FUNZIONE DIGESTIVA:
- Introduzione: aspetti morfo-funzioni generali dell’apparato digerente.
- Motilità.
- Secrezioni: saliva, succo gastrico, secrezioni intestinali, succo pancreatico, bile.
- Digestione e assorbimento dei
glucidi, protidi, lipidi, vitamine, ioni e acqua.
- Assorbimento di acqua, ioni, vitamine e minerali.
- Funzioni del fegato.
- Controllo del sistema digerente.

Bibliografia

Silverthorn. Fisiologia umana. Un approccio integrato. Pearson.

Koeppen, Stanton. Fisiologia. Berne & Levy. CEA

Metodi didattici

Il corso sarà svolto tramite lezioni frontali interattive con ausilio di materiale iconografico raccolto in files PowerPoint che, al termine del corso, saranno messi a disposizione degli studenti.
Durante le lezioni saranno esposti i concetti principali di ogni argomento, stimolando gli studenti a porre quesiti anche sulla base di riferimenti bibliografici che saranno forniti.

Modalità verifica apprendimento

La verifica finale sarà effettuata tramite una prova scritta della durata di 2 ore. La prova scritta sarà costituita da 4 domande di diverso grado di difficoltà e complessità (2 domande a risposta aperta e 2 test sia a risposta multipla sia con richiesta di una definizione di un concetto). Per il superamento dell'esame è necessario raggiungere la sufficienza in ciascuna delle due domande aperte.

La valutazione finale verrà formulata in base ai criteri di seguito descritti:

A. Ottima conoscenza e comprensione dell’argomento e padronanza della terminologia specifica. Ottima capacità di applicazione delle conoscenze. Voto in trentesimi: 30-30 e lode.

B. Buona conoscenza e comprensione dell’argomento. Buona capacità di applicazione delle conoscenze. Padronanza della terminologia. Voto in trentesimi: 27-29.

C. Discreta conoscenza e comprensione dell’argomento. Dimostrata capacità di applicazione delle conoscenze. Discreta padronanza della terminologia specifica. Voto in trentesimi: 24-26.

D. Conoscenza e comprensione dell’argomento pienamente sufficienti. Discreta capacità di applicazione delle conoscenze. Voto in trentesimi: 21-23.

E. Conoscenza e comprensione dell’argomento appena sufficiente con lacune. Scarsa capacità di applicazione delle conoscenze e scarsa padronanza della terminologia. Voto in trentesimi: 18-20.